Quello che penso io dell’amore…

…intanto io penso che la mia non è per niente “questione di culo”, come mi capita di sentirmi dire.  Sì, perchè, la verità è che io questo Amore, che ho voluto con tutta me stessa e tutto il mio cuore, che ho voluto tanto da non stare a pesare a cosa “guadagnavo o rinunciavo”, che ho voluto incondizionatamente e senza sapere dove mi avrebbe portato, che ho voluto fidandomi ciecamente della provvidenza e pure un po’ dell’istinto…insomma, io questo Amore me lo conquisto ogni giorno della mia vita, lo costruisco pezzettino per pezzettino per renderlo sempre più somigliante a quell’idea perfetta dell’Amore, procedo con lui passo dopo passo, lo curo con ogni minimo gesto o parola che compio o pronuncio ogni giorno, lotto con determinazione e tenacia per renderlo sempre più sano e forte, prego e chiedo aiuto perchè duri ancora un giorno e il giorno dopo ancora… Se ho cedimenti? Certo, che ne ho! Se ho mai sofferto? Ehhhh, e tanto, anche!   Dubbi? A frotte, notte e giorno! Faccio sbagli? Certo, continuamente! Ho stanchezza? Ci puoi giurare: è una faticaccia della miseria e continua, poi!  …ma, alla fine,…se io guardo QUESTO Amore e qeullo che grazie a me diventerà, quello che penso io dell’amore è… CAZZO, SE ME LO MERITO!

NON-CONVENTIONAL Auguri!

Annunci

Una Dedica dalle Colline…

Ci sono amici d’infanzia, ci sono amici di maturità, ci sono i compagni di scuola e i compagni di una vita, ci sono gli amici del paese, quelli che vanno, quelli che vengono, ci sono gli amici che non ci sono più e poi ci sono quelli che non ti lasceranno mai solo…ci sono gli amici ritrovati, quelli dimenticati, ci sono gli amici che senti solo una volta all’anno, ci sono quelli che vai a trovare d’estate, gli amici che si sono trasferiti, quelli che invece sono tornati da un periodo all’estero, gli amici della vita in collina e quelli che scappano in città…ci sono gli amici di penna, gli amici del calcetto, quelli del bar…e gli amici della palestra e quelli della parrocchia, gli amici del mare e gli amici dei genitori… poi a un certo punto, ma solo se sei molto molto fortunata puoi incontrare quella che io ho chiamato un’amicizia interiore…una di quelle che in effetti non è che ci hai condiviso molto della tua vita quotidiana, ma c’è un sentimento, una sensazione una passione che vi ha fatte incontrare, sfiorare e da allora è lì…e il mondo è un posto più bello perchè vi siete incontrate.
Cara “amica del cuore“, questa dedica oggi è proprio per te e il tuo “principe“…certo, tu con la tua prelibata arte offri il calore e l’antica sapienza dell’accoglienza e dell’ospitalità…io ho da darti solo “parole”, con il cuore, certo, ma solo semplici parole…ti arrivino leggere e possano sollevarti un po’ e alleggerire questo finale dell’estate un po’ troppo…”FRONTALE”! …un abbraccio…