Archivi tag: la mia vita in collina

Ah! Le ricette della nonna…!

In questi giorni di Novembre, si usa visitare le persone più care che non ci sono più…e salutarle, magari con dei fiori…

Io ho deciso di salutare la mia persona più cara con la ricetta dolce più tipica: la SUA crostata!

Eccola, nonna, è fatta con tutto l’amore che potevo e secondo la tua preziosissima ricetta, stasera Ema, Criccri  e Franci mi diranno anche com’è…

Cocktail Cocktail
Aperitivi, short e long drink, after dinner

Compralo su il Giardino dei Libri

Calendario delle Semine 2013 Calendario delle Semine 2013

Maria Thun

Compralo su il Giardino dei Libri

Coltivare l'Orto, Allevare Animali & Produrre Cibi Genuini Alison Candlin Coltivare l’Orto, Allevare Animali & Produrre Cibi Genuini

Alison Candlin

Compralo su il Giardino dei Libri

I Frutti della Terra Florence Guiraud Judith Nouvion I Frutti della Terra

Florence Guiraud, Judith Nouvion

Compralo su il Giardino dei Libri

Seminare Bene per Mangiare Meglio Seminare Bene per Mangiare Meglio
Verdure di stagione a chilometri zero
Chiara Lisi

Compralo su il Giardino dei Libri

Le Vie dell'Orto Le Vie dell’Orto
Coltivare verdura e frutta sul balcone, sul davanzale o in piena terra e difendere il proprio diritto alla semplicità
Pia Pera

Compralo su il Giardino dei Libri

Il Compostaggio in Giardino Il Compostaggio in Giardino
Produrre benefico humus e risolvere più di un problema

Compralo su il Giardino dei Libri

Antiparassitari Naturali dalle Piante Antiparassitari Naturali dalle Piante

Albina Carletto

Compralo su il Giardino dei Libri

Guida Pratica al Compost Guida Pratica al Compost
Impara le migliori tecniche di compostaggio dalla A alla Z
Nicky Scott

Compralo su il Giardino dei Libri

Ortaggi Ortaggi

Mark Diacono

Compralo su il Giardino dei Libri

Frutta Frutta

Mark Diacono

Compralo su il Giardino dei Libri

Piccoli Giardinieri Piccoli Giardinieri

Compralo su il Giardino dei Libri

E il Giardino Creò l'Uomo E il Giardino Creò l’Uomo
Un manifesto ribelle e sentimentale per filosofi giardinieri
Jorn De Précy

Compralo su il Giardino dei Libri

Giardinaggio Facile per Tutti Giardinaggio Facile per Tutti
Tante soluzioni e idee per piante in terrazzo e in giardino

Compralo su il Giardino dei Libri

Fior Fiore Fior Fiore
Origine, storie e miti del re dei giardini
Antonino Pavone

Compralo su il Giardino dei Libri

Fatto & Fiorito Fatto & Fiorito
Composizioni floreali, accessori e regali
Silviadeifiori

Compralo su il Giardino dei Libri

Guida all'Autosufficienza - L'Orto e il Frutteto Secondo Natura Guida all’Autosufficienza – L’Orto e il Frutteto Secondo Natura
Il manuale completo per coltivare e conservare i prodotti della terra rispettando l’ambiente
John Seymour

Compralo su il Giardino dei Libri

Guida Pratica al Compost Guida Pratica al Compost
Impara le migliori tecniche di compostaggio dalla A alla Z
Nicky Scott

Compralo su il Giardino dei Libri

Guida all'Autosufficienza - L'Orto e il Frutteto Secondo Natura Guida all’Autosufficienza – L’Orto e il Frutteto Secondo Natura
Il manuale completo per coltivare e conservare i prodotti della terra rispettando l’ambiente
John Seymour

Compralo su il Giardino dei Libri

P.S. …Per fortuna che con le crostate me la cavo molto meglio rispetto ai dolci d Halloween !!!!!!!!!!!!!!!

Halloween, NON Halloween…nell’incertezza cucino qualcosa!!!

E’ inutile, non sono una fanatica di questo nuovo festeggiamento…non mi ci affeziono proprio…e tuttavia ogni anno “subisco” l’entusiasmo dei miei bimbi che mi chiedono zucche da decorazione, abiti spettrali, menù dai nomi terribili… Ecco, quest’anno ho fatto un po’ di “training ad Halloween” ed ho raggiunto qualche compromesso…e anche qualche risultato, discutibile, ma come si dice in PNL sempre risultato è!!

Dunque, vado con ordine: già dai primi di ottobre ho introdotto nella nostra DIETA di famiglia la ZUCCA …sì, perchè mi sono detta e ho detto ai pargoli: volete della ZUCCA? Benissimo, conosciamola insieme, scopriamo se ci piace! E così sono comparsi sulla nostra tavola: risotto alla zucca (ottimo, senz’altro il più sfizioso modo di mangiarla!); vellutata di zucca con paezzetti di pane bruscato, dolce e cremosa (ma per mamma e papà con un’aggiunta di pepe diventa anche golosa e saporita); gnocchi tradizionali con un po’ di zucca nell’impasto e poi… oggi che è Halloween m’è toccata la più TERRIFICANTE torta alla zucca…che mi sia mai venuta in mente di fare!

Chi mi conosce sa che non amo particolarmente fare i dolci (in effetti neanche mangiarli!) e quindi ODIO mettermi lì a sbucciare, grattuggiare, montare uova, spalmare creme…MENO che mai fare tutte quelle decorazioni così…così…dannatamente precisine! Tuttavia il cattivo tempo e il “mamma-ti-prego” continuo di Lele e Criccri mi hanno convinto a provarci…

Parto convinta:

Ok, lo so non sembravo convinta, ma è il massimo che sono riuscita a fare…

CHECK LIST degli strumenti: scodelle, sbattitore, bilancia, chucchiai in legno, teglia da forno…forno (con me è bene on lasciare MAI NULLA al caso): OK

CHECK LIST degli ingredienti: 3 uova, farina normale, farina di mandorle, maizena (..azz.. è la “maizena”????), 2 arance (ma poi oltre a grattuggiarne la buccia le devi anche spremere…e quindi corri a prendere lo spremiagrumi!), lievito, zucchero e infine cioccolata DA SPALMARE: OK!

40 minuti e dico 40 solo per preparare il tutto…un’altra mezz’ora per mettere insieme “questo tutto”… 45 minuti di cottura… E SOLO UN SECONDO PER ROVINARE IL MIO FUTURO DI MAMMA PASTICCERA…sì perchè non mi avevano avvisato nel libretto della ricetta che dovevo far freddare la torta prima di provare ad aprirla a metà e, soprattutto scoperchiarla x spalmare la nutella…

Questo, per oggi, è il misero risultato:  

30 ANNI…di “sorellitudine”

…ebbene, è da 30 ANNI (in effetti 30 tra qualche giorno) che sono “sorella maggiore”.

 In TEORIA essere sorella maggiore non è quella gran figata che tutti i fratelli minori pensano, intanto perchè il babbo e la mamma è con me che si sono fatti le “ossa” ed hanno, per così dire, imparato il mestiere (quando poi, come tra me e mia sorella, ci sono un po’ di anni di differenza, la cosa è ancora più evidente). Ma soprattutto perchè il fatto di essere la “maggiore” alla lunga è un’arma a doppio taglio: è vero che da una parte te la comandi un po’ (…solo un po’, eh?!…), ma è anche vero che questo alone di supernaturalità costa un sacco di sacrifici: devi andare bene a scuola, devi fare sport, devi essere puntuale, non parliamo di sesso, droga e rock and roll… si capisce bene che alla lunga stanca. Ora, tutto questo, dicevo, in teoria perchè IN PRATICA, se sei sorella maggiore di una sorella minore come MIA sorella…beh, la musica cambia e non di poco!

Mia sorella è… TUTTO un IMMENSO mondo che racchiude le cose più belle e importanti della mia vita: dalla “festa dei peluche” che facevamo la domenica mattina sul mio letto in attesa che iniziassero i cartoni su Italia 1, a quando scappava dalla mensa dell’asilo e si rifuggiava sotto al mio tavolo (che già ero alle elementari) perchè quell’arpia di suor Caterina la torturava; dal passo del granchio e il nostro saluto di riconoscimento (…scrath…puh-puh…!), all’alfabeto muto a tavola…

Mia sorella è quella che si è ribellata alla famiglia, perchè essendo la più piccola si beccava tutti “gli scarti” non solo miei ma anche dei mie cugini…finchè un giorno ha detto “BASTA”…cacchio è vero che era la più piccola, ma questo semmai le dava uno status di privilegio e NON di sfiga come fino a quel momento sembrava essere! E fu così, infatti, che il nonno le comprò la SUA PRIMA VERA BICICLETTA!

Mia sorella è quella che a 19 anni è partita per Londra, per dimostrare a TUTTI, ma proprio a tutti, che sì, va bene essere la sorella minore, sì va bene essere al figlia più piccola…ma non mi provocate perchè mi trovo un’altra famiglia a Baron’s Court, a costo di pulire camere di B&B per lungo tempo…

Chi non ha la piccola Lalli come sorella non può capire quanto sia importante sapere che qualsiasi cosa succeda, in qualsiasi momento della tua vita e ovunque ti trovi nel mondo, da qualche parte c’è una sorella che ti ama e che sta facendo il tifo per te…

Chi non ha la piccola Lalli come sorella non sa cosa significa dormire abbracciate nello stesso letto la notte prima del matrimonio, la notte prima di quel giorno dove poi sai che cambierà TUTTO…

Chi non ha la piccola Lalli come sorella non ha idea della stupenda sensazione e dell’emozione che si prova a fare di nuovo una vacanza insieme dopo tanti (TROPPI) anni, ma con tanto di figli e mariti al seguito…

Chi non ha la piccola Lalli come sorella non conosce la felicità profondissima del cuore di una sorella maggiore nel sapere che finalmente la “piccola stella” adesso ha il suo grande e immenso cielo….

….DOVE PER I TUOI 30 ANNI FAREMO I FUOCHI D’ARTIFICIO, grande-piccola Lalli!!!!!

La Mia Vita In Collina …CAMBIA CASA!

Che significa? Significa che adesso ho un blog davvero TUTTO MIO: LaMiaVitaInCollina.com; significa che ho un indirizzo più facile, forse più raggiungibile, senz’altro più veloce da digitare e, spero anche da visitare.

Anche io CAMBIO CASA…stavolta sul serio e finalmente andrò sulla collina della MIA VITA, quella sognata da sempre, da quando ho memoria che si sogna, quella dove andavo a giocare con mio nonno, quella dove scappavo a nascondermi da adolescente, quella che ho IMPOSTO di amare anche a mio marito (e ora la ama talmente tanto che quasi quasi ne sono gelosa…!).

Si prosegue da qui…e tutto quello fatto fin’ora??? E’ stato bellissimo, è stato utilissimo ed è ancora attivo per un po’ sul vecchio blog (almeno finchè avrò trasferito tutto l’archivio degli articoli lì postati)…ma SI CRESCE, o meglio, si VA AVANTI e andare avanti significa aver compiuto delle SCELTE a fronte di necessarie rinunce che non ti permettevano più di procedere…si chiamano stimoli, si chiamano gradini, si chiamano crocevia, si chiamano sfide…

Ah! Dimenticavo… la sfida dei capelli scuri l’ho persa e quindi con gioia (soprattutto di parenti e amici), e dopo alcuni mesi e l’aiuto della mia parrucchiera di fiducia sono ritornata bionda, MA siccome C’E’ SEMPRE un buon motivo per continuare a cambiare (se non fosse altro per confermare e le proprie scelte di partenza e ricordarsi il perchè si erano fatte) stavolta i capelli li ho tagliati!!!!!

NUOVA STAGIONE per La Mia Vita in Collina…

…l’estate porta consiglio (…ma non era “la notte”????) e il primo fra tutti è stato quello di cambiare “veste” al blog…un po’ perchè si cresce, un po’ perchè questo blog per me sta diventando molto importante.

Racconta Stephen King (qualcuno lo ricorda??? ; ) ) in un suo vecchio libro sulla scrittura, ON WRITING, appunto, che dopo essere diventato famoso gli capitava molto spesso di incontrare gente, che gli diceva “che figo, eh, anche io avrei sempre voluto scrivere qualcosa…” e puntualmente King un provava un inspiegabile sentimento di “fastidio e “disagio” (“ma perchè se ti sarebbe sempre piaciuto farlo, semplicemente non lo fai, anzichè venirlo a dire a me?!”)…finchè un giorno realizzò che il suo sentimento era dovuto al fatto di trovarsi  di fronte a persone superficiali, opportuniste…perchè se non lo avevano ancora fatto voleva dire solo UNA cosa:  che non era assolutamente vero che lo “avevano SEMPRE voluto fare”, in effetti non era poi una priorità così grande, se alla fine avevano deciso di non farlo… e di continuare a vivere senza …scrivere!

Ecco, per un certo numero di anni io ho vissuto scrivendo DI TUTTO (articoli sul giornale del quartiere, della parrocchia, della scuola, diari personali, testi di canzoni, racconti, poesie, scenette per bambini, lettere alle amiche e/o al fidanzato…) perchè a me “è sempre piaciuto scrivere”…poi per quasi un decennio ho fatto come quelle persone che Stephen King incontrava e detestava e ho vissuto in modalità “COME SE”, ovvero quanto sarebbe stato bello poter scrivere…e ho aggiunto anche un’altra serie di BELLE SCUSE, del tipo “ad averne il tempo” oppure “se ci fosse qualcuno interessato a leggermi” oppure “se avessi le giuste conoscenze nelle case editrici” oppure “se non mi fossi sposata a 24 anni e a 26 anzichè cambiare pannolini e cercare un cazzo di lavoro per mantenermi, cercare un giornale presso cui fare esperienza“…

La VERITA’ è che io ho vissuto questi anni come se per poter SCRIVERE ci volesse una qualsiasi ALTRA condizione che non sia lo scrivere stesso…per poi scoprire a un certo punto che aveva ragione (come quasi sempre, del resto!) Stephen King…

Il blog si è arricchito anche di alcuni strumenti: quello già in funzione è la sezione “PAGINE” in alto a destra che divide i post per ARGOMENTO, così è più facile trovare ciò che interessa…altri sono in arrivo…!!!!

LA MIA VITA IN …CUCINA!

…E COME POTEVA MANCARE sul blog de La Mia Vita In Collina uno dei miei passatempi preferiti???????

Qui troverete sopratutto esperimenti più che ricette (tipo il frutto del duro lavoro di anni e anni di STRATEGIE MISTERIOSE per propinare le verdure a mio figlio Cristiano)…

Troverete i tentativi di utilizzare sempre gli ingredienti migliori, più sani e naturali (che ci hanno portato, ad esempio, alla decisione di cominciare ad AUTOPRODURCI l’olio extra vergine di oliva...)

Troverete suggerimenti, alternative e accorgimenti per ritornare ad una cucina più antica e sana che sia un vero e proprio TOTAL STYLE OF LIFE (si spende meno, si imparano tutte le differenze del gusto e delle stagioni, si impara a rispettare l’ambiente, si mangiano più varietà di cose, si impara “giocoforza” a cucinare a riciclare e a non sprecare, si CAMPA di più e meglio!!!!!!)

Troverete foto e aneddoti sul cibo, la cucina e il mangiare…che sono sempre tra le cose piacevoli della vita!

Qui troverete soprattutto…. la VERA eredità di mia nonna, una donna che ha avuto due grandi maestre in cucina: la FAME (è vissuta attraversando due dopoguerra,inframezzati da una guerra, in un piccolo paesino della provincia umbra…) e la POVERTA’ ( se la mettevi in mezzo a un prato, lei sapeva dirti i nomi, gli usi e come era meglio cucinare TUTTE le erbe che c’erano dentro…e non perchè avesse studiato botanica!!!).

Buon divertimento e appetito!