…e dopo 20 anni…in collina…si festeggia ancora San valentino????

…accipicchia se si festeggia!!!
Ogni scusa è buona nella mia vita in collina per dichiarare AMORE a quell’ORSO BRUNO (…through time dissociato, si diceva un tempo in gergo tecnico!) di mio marito…che, appunto, ha, notoriamente, il romanticismo di un cubettino di ghiaccio da freezer…ma è lì, roccia solida, su cui abbiamo costruito tutto quello che siamo oggi e esperta guida alpina nel nostro trekking lungo i meravigliosi sentieri delle nostre vite.
…che altro?
Ah sì! Un paio di figli…a cui augurare di vivere un grande amore così come quello dei loro genitori…!

 

Annunci

…dalla vita in collina, alla Champagneria…BUON COMPLEANNO…

da tutti noi, mamma Annarita!!!!

(figlie, generi, nipoti)

 

 

I Sorrisi sul tuo viso come ad agosto GRILLI e STELLE…

…ce l’avrai la stessa mia triste speranza????… frugherai le tasche della vita????… e quello stronzo di amico che ti avrà deluso, tradito e ingannato, ce l’avrai???… e i ricordi, gli ombrelli e le chiavi te li scorderai come faccio sempre io???? …e quando arriverà, avrai anche quel tempo per andare lontano, vero???

Oggi, mentre mi preparo al tuo undicesimo compleanno, cerco di guardare oltre e indovinare l’uomo che sarai…gli auguri li lascio per domani…ti amo…la tua mamma!

Quattro Febbraio…Acquario…37…

L’Acquario mi è sempre piaciuto…anzi, in barba a tutti gli altri, trovo sinceramente che sia il segno più figo dello Zodiaco; anche essere nata nel mese di Febbraio mi piace, perchè febbraio è il mese “strano” dell’anno, ha una durata tutta sua e però ogni 4 anni cambia…è pieno inverno (e può anche nevicare), ma si ricomincia ad apprezzare l’allungarsi delle ore di luce…E poi mi piace anche il giorno: quattro…è un numero equilibrato, o per lo meno promette equilibrio. Mi fa pensare alle cattedrali gotiche di cui è disseminata la Francia…

A dirla tutta tutta, mi piace anche il 1976…era un anno bisestile, per i cinesi era un anno del Dragone (quindi una figata, in poche parole) e le foto dei miei genitori di quegli anni mi fanno pensare alla sigla di un vecchio telefilm (“Casa Keaton“).

E infine mi piace stare con chi amo…non necessariamente a fare festa, semplicemente trascorrerci del tempo insieme…

 

I will see you again…but not yet, not yet!

Sta finendo gennaio e i giorni che si avvicinano sono per me difficilissimi da affrontare, o meglio,  ancora non so bene con quali sentimenti affrontarli…e così per ora mi lascio accompagnare da questa meravigliosa soundtrack: “NOW WE ARE FREE” …è legata alla scena finale de Il Gladiatore…la sua anima è libera di tornare ai Campi Elisi dove lo attendono i suoi cari e il suo amico ex schiavo ora è un uomo libero e lo saluta così: ” Now we ar free…I will see you again…but not yet, not yet” (“Adesso siamo liberi…io ti rincontrerò un giorno…ma non ancora, non ancora“).

E così porto oggi il mio saluto: non è ancora il momento di rivederci, forse c’è ancora qualcosa da fare per me, spero che sarà sempre all’insegna del bene e degno di te. Ti voglio bene.